Investigatore privato e violazione della privacy

Investigatore privato e violazione della privacy

Investigatore privato e violazione della privacy è un tema molto dibattuto al giorno d’oggi. La figura dell’investigatore è molto utile in diverse occasioni come ad esempio, scoprire un tradimento, smascherare un dipendente infedele, per ricercare una data persona, ecc. Questa attività presenta per ogni detective però dei limiti ben delineati, oltre i quali non è possibile andare, per evitare di violare la privacy dei soggetti interessati. E’ presente infatti un codice deontologico a cui tutti gli investigatori privati devono attenersi in maniera rigorosa, motivo per cui, ogni indagine eseguita, non può mai esercitarsi in violazione della privacy e del rispetto dei luoghi di privata dimora del soggetto che viene pedinato.

Il Garante della privacy stabilisce delle “regole deontologiche” in merito al trattamento dei dati riservati,  adoperate per le indagini difensive o come prova durante la fase giudiziaria. Queste regole si rivolgono sia agli avvocati che agli investigatori privati, figure che hanno il dovere di non rivelare notizie relative  ad esempio: al credo religioso, alle idee politiche, alla razza del cliente, condizioni di salute, gusti sessuali. La segretezza sulle indagini deve essere mantenuta anche nel caso di fine mandato o rinuncia.

Si può registrare una data conversazione anche all’insaputa di un determinato soggetto; si incorre invece in un illecito, nel caso in cui la persona dovesse lasciare accesso il registratore e si allontani fisicamente. Per considerare lecita una data registrazione colui che registra deve dunque partecipare alla conversazione e non essere assente. Ciò significa che non si può spiare una persona lasciando un registratore acceso in auto, in casa, sul lavoro o in qualsiasi altro posto.

E’ possibile invece spiare un soggetto anche tramite l’email, senza però intervenire direttamente sul proprio computer o cellulare, evitando dunque di ledere la sua privacy. Ai fini delle indagini, è lecito ottenere informazioni da altri soggetti, testimoni dei suoi spostamenti; un eventuale illecito si verrebbe a delineare nel caso in cui venissero diffusi dati personali della persona pedinata con estranei.

Articolo precedente
Investigatore Privato per Scoprire un Tradimento
Articolo successivo
Concorrenza sleale: quando diventa necessaria la figura di un investigatore privato
Menu