Ultimi Articoli

Il rifiuto di rapporti sessuali

Il rifiuto di rapporti sessuali Se tuo marito rifiuta di avere rapporti sessuali con te durante di matrimonio, puoi chiedere che il giudice dichiari la fine della tua relazione ed anche che addebiti a tuo marito la colpa della separazione. Secondo alcune ricerche aumenta sempre di più il numero delle donne che prendono l'iniziativa sessuale. Al di là di questa nota di colore, si può dire che in generale quello che più preoccupa è quando, a questa allettante iniziativa, dall'altra parte viene opposto un categorico e continuo rifiuto. Il problema, a ben vedere, non riguarda solo il genere femminile, ben…

Autovelox e strade urbane di scorrimento: quando la multa è annullabile?

Autovelox e strade urbane di scorrimento: quando la multa è annullabile? La Cassazione precisa i requisiti necessari affinché sia valida la multa per eccesso di velocità rilevato tramite autovelox sulle strade urbane a scorrimento Il D.L. n. 121/2002 ha inserito le strade urbane di scorrimento di cui all'art. 2, comma 2, lettera D, del Codice della Strada nel novero dei percorsi sui quali è ammesso l'uso dei dispositivi di controllo a distanza. L'inserimento non è automatico, ma rimesso a una valutazione affidata al prefetto che selezionerà le strade urbane di scorrimento in cui si rende necessario il controllo a distanza.…

Motivi per chiedere la separazione

Motivi per chiedere la separazione Cause di separazione per colpa: con l'addebito si perde l'assegno di mantenimento. Perché ci si separa? La cosiddetta crisi del settimo anno, nell'era telematica e delle relazioni virtuali, ha anticipato al quarto. Le coppie si dicono addio prima e in maggior numero. Dati alla mano, solo in Italia - Paese da sempre ortodosso nella concezione della famiglia - la percentuale è impressionante: quasi un terzo delle coppie si separa. In questo calcolo statistico però vengono comprese anche le finte separazioni, quelle studiate solo per abbassare l'Isee ed avere prestazioni socio-assistenziali o per riparare i beni…

Cassazione: mantenimento al figlio maggiorenne anche se non frequenta il padre

Cassazione: mantenimento al figlio maggiorenne anche se non frequenta il padre Per la Corte la mancata frequentazione per scelta del figlio non implica, in termini economici, che il genitore non sia tenuto ad alcun esborso o ad alcuna cura verso la prole Il genitore sarà comunque tenuto a versare l'assegno di mantenimento al figlio, anche se quest'ultimo abbia deciso di non frequentarlo. La mancata frequentazione per scelta del figlio non implica, in termini economici, che l'onerato non sia tenuto ad alcun diretto esborso o ad alcuna cura, parametri che saranno obiettivamente valutati in sede di determinazione del quantum dell'assegno in…

Il reato di maltrattamenti in famiglia

Il reato di maltrattamenti in famiglia In quali ipotesi è possibile parlare di maltrattamenti in famiglia, chi può rendersene responsabile e nei confronti di quali soggetti possono essere posti in essere? Ritieni di essere vittima di maltrattamenti in ambito familiare e vuoi conoscere quali sono i requisiti necessari perché tali atti possano essere perseguiti dall'autorità giudiziaria? Pensi che un tuo conoscente sia abitualmente vessato dal datore di lavoro, al punto da non poter più lavorare serenamente, o ancora, che un disabile subisca aggressioni fisiche e/o verbali da parte di colui che dovrebbe prendersene cura? Analizziamo nel dettaglio in quali casi…

Termine per accettare l’eredità

Termine per accettare l'eredità L'eredità non è automatica. Per entrarne in possesso e diventare in concreto eredi dobbiamo accettarla: entro quando possiamo farlo? Non è un argomento semplice, perché quando si parla di eredità entra necessariamente in gioco la morte di una persona cara. Nella maggior parte dei casi un genitore. Ecco allora che, tra le tante trafile burocratiche a cui pensare, c'è anche quella della successione e della spartizione dell'eredità. Arriva in pratica il momento in cui tutte le persone chiamate a diventare eredi devono comunicare alla legge se vogliono accettare quell'eredità o se preferiscono rifiutarla. Può accadere infatti…

Divorzio: la Cassazione riabilita il tenore di vita

Divorzio: la Cassazione riabilita il tenore di vita La Suprema Corte "riabilita" una decisione ispiratasi al criterio del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio, poiché giunge a conclusioni conformi alle recenti linee guida tracciate dalle Sezioni Unite Con l'ordinanza n. 4523/2019 la Corte di Cassazione ha eccezionalmente "riabilitato" una decisione del giudice a quo che, nel confermare l'assegno divorzile in favore dell'ex moglie, aveva deciso in base al criterio, non più attuale, del tenore di vita goduto in costanza di matrimonio. La motivazione di una simile riabilitazione si rintraccia nella circostanza che il giudice a quo ha seguito…

Denuncia per stalking telefonico

Denuncia per stalking telefonico Se subisci continue ed assillanti telefonate e ti ritieni vittima di stalking telefonico, puoi decidere di fare anche solo una denuncia, senza chiedere la punizione del colpevole. Il reato contravvenzionale di molestie o disturbo alle persone (che, spesso, viene definito stalking telefonico) è perseguibile d'ufficio. Ciò vuol dire che il pubblico ministero inizierà (e proseguirà) le indagini anche senza la tua querela, purché vi sia una denuncia (anche se presentata da un terzo estraneo al reato), e che procederà nei confronti del responsabile fino alla fine anche se tu deciderai di ritirare la denuncia. In precedenti…

Debiti ereditari: chi paga?

Debiti ereditari: chi paga? Come si dividono i debiti tra gli eredi: il caso dei debiti privati e di quelli per cartelle esattoriali non pagate all'Agenzia Entrate Riscossione. La prescrizione dei debiti ereditari. Tutti i debiti che una persona lascia dopo la propria morte si trasmettono agli eredi. Si tratta di un principio noto che tuttavia, espresso in tal modo, può dar luogo ad equivoci. Difatti, sebbene comunemente si parla di eredi con riferimento ai parenti più prossimi (figli, coniugi, nipoti, fratelli, ecc.), il concetto di erede è diverso e potrebbe non coincidere. È infatti erede soltanto chi accetta l'eredità…

Convivenza more uxorio

Convivenza more uxorio: restituzione somme Esborsi tra conviventi fidanzati: che succede quando ci si separa? Solo le spese sproporzionate vanno restituite e quelle derivanti da prestiti, tutti da provare. Come noto, anche le coppie di fatto hanno ottenuto una regolamentazione legale tramite i contratti di convivenza. La riforma è contenuta nel famoso decreto Cirinnà. Per i partner che decidono di convivere si aprono due scelte: o regolare il loro rapporto tramite un apposito patto scritto, realizzato da un avvocato o un notaio - patto che andrà a disciplinare ogni aspetto legale della loro vita in comune (anche per la successiva…