Ultimi Articoli

Raccomandata non firmata dal mittente: è valida?

Raccomandata non firmata dal mittente: è valida? Si può contestare una lettera non firmata, dove il nome e cognome del mittente è indicato solo con la stampa al computer? Hai ricevuto una raccomandata contenente una diffida. La lettera non è firmata dal suo autore il cui nome, però, è riportato alla fine del testo, stampato al computer. Ciò che manca è solo la sigla a penna. Probabilmente, si tratta di una dimenticanza dovuta alla fretta o di una missiva inviata tramite i servizi di poste private online che consentono la spedizione anche tramite internet, mediante l'inoltro al corriere del semplice…

Telefonate continue: come difendersi

Telefonate continue: come difendersi Insistere e telefonare spesso: c'è reato? È possibile ottenere il risarcimento del danno? Non bisogna insistere col telefono. Il telefono è un mezzo di comunicazione "ossessivo" da cui è difficile sottrarsi. Per evitare la molestia, bisognerebbe spegnerlo e, quindi, limitare la propria libertà di comunicazione. Consapevole di ciò, la legge punisce chiunque fa telefonate ripetute. Un comportamento analogo - seppur più blando - rispetto a quello di stalking, che non può essere giustificato neanche dalla volontà di riappacificarsi a seguito di un litigio coniugale. A mettere i paletti è ancora una volta la Cassazione. Con una…

Se la moglie si licenzia va mantenuta?

Se la moglie si licenzia va mantenuta? Dimissioni volontarie e assegno di divorzio: se il coniuge rinuncia al lavoro per tornare a vivere dal padre e dalla madre cosa può pretendere? Da quando vi siete separati, stai versando alla tua ex moglie un assegno di mantenimento di poche centinaia di euro. Lei ha infatti un lavoro che l'ha resa sino ad oggi autonoma, sicché il tuo contributo è servito ad integrare le spese per l'affitto. Cass. ord. n. 26594/19 del 18.10.2019. Ora però che state per affrontare il divorzio si stanno profilando una serie di problemi. Lei vorrebbe chiederti di…

Recupero crediti: pubblicate le “buone prassi”

Recupero crediti: pubblicate le "buone prassi" In un'ottica di tutela del consumatore, sono state pubblicate le prassi di riferimento destinate alle imprese che operano nell'ambito della gestione nel credito L'ente italiano di normazione UNI, in collaborazione con UNIREC Consumatori ha pubblicato la prassi di riferimento che fornisce indirizzi sulle modalità operative e comportamentali delle imprese che operano nell'ambito della gestione del credito, armonizzandone i processi in un'ottica di tutela del consumatore/debitore. Le prassi di riferimento sono documenti che introducono prescrizioni tecniche, elaborati sulla base di un rapido processo ristretto ai soli autori, sotto la conduzione operativa di UNI, e sono…

Cassazione: l’ordinanza che mette a rischio centinaia di notifiche

Cassazione: l'ordinanza che mette a rischio centinaia di notifiche Dopo l'ordinanza della Corte con cui viene ribadito il principio secondo cui il registro INI-PEC non sarebbe attendibile, il CNF scrive nuovamente al Primo Presidente della Suprema Corte. Cass., sent. 24160/2019 Per una valida notifica tramite PEC si deve estrarre l'indirizzo del destinatario solo dal pubblico registro ReGIndE, il Registro Generale degli Indirizzi elettronici gestito dal Ministero della Giustizia, e non dal pubblico registro INI-PEC (l'indice nazionale istituito dal ministero dello Sviluppo economico). È quanto affermato dalla Corte di Cassazione nella discussa sentenza n. 3709/2019, principio poi recentemente ribadito dall'ordinanza n.…

Diritto di visita limitato per il padre anche se c’è affido condiviso

Diritto di visita limitato per il padre anche se c'è affido condiviso Per la Cassazione è il giudice di merito a stabilire le modalità del diritto di visita nell'esclusivo interesse del minore. Respinto l'orario proposto dal genitore non collocatario se frammentario. Scarica pdf Cass., I civ., ord. n. 24937/2019 Spetta al giudice di merito stabilire le concrete modalità di esercizio del diritto di visita del genitore, sempre nel rispetto del fondamentale criterio dell'intesse esclusivo del minore. La regola dell'affidamento condiviso del figlio a entrambi i genitori non esclude che il minore sia collocato prevalentemente presso uno dei due e sia…

L’amante ti ricatta?

L’amante ti ricatta? Come difendersi Quando la relazione extraconiugale diventa reato? Cosa fare se l'amante minaccia di rivelare la verità al coniuge? Quando c'è estorsione? Quando il matrimonio diventa insostenibile, molte persone, anziché porre fine al proprio rapporto, ne instaurano un altro parallelo: iniziano così a vivere due vite, una pubblica con la propria famiglia e una segreta con il proprio amante. Quanto detto non vale solo per le coppie sposate, ma anche per i conviventi, i fidanzati e per tutti coloro che sono legati da un vincolo sentimentale. La maggior parte delle volte, però, il doppio gioco finisce male…

Atto di compravendita senza passaggio di denaro?

Atto di compravendita senza passaggio di denaro? Come dimostrare una vendita fittizia: rischi civilistici e fiscali per chi nasconde e simula una donazione. Si può vendere un immobile senza che, alla firma dell'atto di acquisto, segua anche il trasferimento dei soldi pari al prezzo concordato? Immagina che Mario venda a suo fratello Renato una casa e che questi non esegua mai il pagamento. Chiaramente, se tra i due non c'è alcun accordo, Mario potrà agire contro Renato - lamentando l'inadempimento contrattuale - per riprendersi il bene; oltre a ciò potrà chiedere il risarcimento dei danni per le spese sostenute. Viceversa,…

Come dimostrare un prestito

Come dimostrare un prestito Mutui tra privati: quali prove per dimostrare la consegna del denaro e l'entità, la natura del prestito e non della donazione. I limiti alla testimonianza. Anche se non è più possibile fare prestiti in contanti oltre una certa soglia (con la legge di bilancio 2020 l'importo massimo consentito è di 2.000 euro fino al 2021, per poi scendere a mille euro), avviene spesso che, specie nell'ambito di rapporti di amicizia e parentela, ci si aiuti a vicenda senza mettere nulla per iscritto. Ma è proprio quando non viene redatto un documento che stabilisca l'importo del prestito…

Mantenimento ex moglie precaria

Mantenimento ex moglie precaria La mia ex moglie è non ha un contratto a tempo indeterminato: devo mantenerla? Cass. ord. n. 26085 del 15.10.2019. Si scontrano le tesi dei vari tribunali sul mantenimento all'ex moglie. Eppure, le Sezioni Unite della Cassazione hanno stabilito, un anno fa, un principio molto chiaro e semplice: l'assegno divorzile non deve più ripristinare il precedente tenore di vita della coppia, ma consentire solo una dignitosa indipendenza economica. Il che significa che, salvo i casi in cui la donna abbia svolto l'attività di casalinga rinunciando alla carriera per il bene della famiglia (nel qual caso le…